Correva l’anno 1980 e su Canale 5 andava Lou Grant: lo spin-off di Mary Tyler Moore

Nel 1980 Canale 5 in pieno periodo d’oro per la serialità americana in Italia, arriva la serie Lou Grant, all’epoca forse non tutti sapevano che si trattava dello spin-off in chiave per cosi dire seria della celebre comedy Mary Tyler Moore.

Lou Grant su Canale 5 1980
Foto a cura di Scelta Tv

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

Lou Grant infatti nella famosa sit-com era uno dei personaggi secondari per cui lavorava la stessa Mary Tyler Moore, nello spin-off invece il personaggio diventa principale, cambia città ed é a capo di un giornale di cronaca, il Tribune, contorniato da altri personaggi più o meno secondari.

In Italia la serie é tornata in onda nel 2011 grazie al canale Fox Retro in onda su Sky, canale purtroppo chiuso alcuni anni dopo. Ecco di seguito lo spot di Fox Retro.

Lou Grant era una serie che si occupava di casi di cronaca, spesso anche molto delicati e proponeva una tipologia di giornalismo investigativo piuttosto nuovo per l’epoca.

Queste peculiarità resero la serie un caso unico e raro nella serialità americana soprattutto considerando che si trattava di uno spin-off scaturito da una sit-com in cui il personaggio di Lou Grant era decisamente diverso cosi come la serie.

Lou Grant serie tv

Se nella serie d’origine era un produttore irascibile e umorale, un comprimario folkloristico, qui diviene un affabile e comprensivo giornalista, dedito anima e corpo al suo lavoro e al suo staff di tenaci collaboratori. Il pubblico apprezza il cambiamento del personaggio e la serie tocca vette di ascolto importanti, facendo incetta di premi.

I temi trattati dalla serie erano spesso impegnati, brutali, spesso basati su fatti realmente accaduti (molti episodi della prima stagione, ad esempio) tanto da renderlo “scomodo”: lo stesso protagonista Edward Asner si segnalava come attivista, impegnato a livello politico-sindacale e si attira diverse antipatie per le sue idee liberali (arriva a criticare il governo per la sua politica in America centrale, in particolare in El Salvador).

La serie venne chiusa al primo calo di ascolti, alimentando l’ipotesi che l’attività del suo protagonista e le tematiche affrontate non fossero gradite a qualche vertice aziendale e politico. Ha avuto comunque ben cinque lunghe stagioni, dal 1977 al 1982.

Nancy Marchand in Lou Grant

Da segnalare nel cast anche la presenza dell’attrice Nancy Marchand, nel ruolo della proprietaria del giornale, Margaret Pynchon, l’attrice molti anni dopo compare nella celebre serie I Soprano per HBO nel ruolo di Livia Soprano per il quale vince ben 4 Emmy Awards.

L’attrice é scomparsa nel 2000, all’età di 72 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *