“Chiamate Roma 3131”, il primo programma in radio in cui gli spettatori potevano partecipare in diretta

Lo abbiamo detto e ripetuto molte volte e non ci stancheremo mai di dirlo: la televisione é stata per decenni non solo lo specchio del paese ma é stata sempre un laboratorio di idee, sperimentazioni e sono tanti gli autori che hanno creato programmi davvero unici, speciali, originali vere e proprie pietre miliari intramontabili.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

Uno di questi autori é senza dubbio Gianni Boncompagni che ha creato programmi memorabili anche per la radio, tra cui ricordiamo in questo momento, Chiamate Roma 3131 che vale assolutamente la pena di essere ricordato. Correva l’anno 1969.

Il 7 gennaio 1969, con una telefonata al distretto telefonico di Roma, prende il via su Radio Uno ‘‘Chiamate Roma 3131”.

Si trattava quindi del primo programma radiofonico che permette agli ascoltatori, grazie al telefono, di interagire in diretta con lo studio.

Ai microfoni: lo stesso Gianni Boncompagni, Franco Moccagatta e Federica Taddei. Il pubblico se ne mostra entusiasta, e nei primi mesi si arriva a punte di ascolto che toccano i dieci milioni di radio-ascoltatori.

Con questo programma ebbe letteralmente inizio l’era del “da dove chiama?”, un’importante innovazione in quanto iniziarono anche le cosiddette fasce, un anno dopo il 3131 nacque Buon Pomeriggio, poi Cara Rai, e l’intramontabile Alto Gradimento, altro programma che contribuì a dare alla radio un’immagine diversa. 

Innovazioni che poi passarono negli anni successivi ai programmi televisivi, quelli con i giochi a premi con i telespettatori che chiamavano da casa.

Per ascoltare la puntata di Radiosoap del 17 settembre cliccate qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *